Iter di accesso

Si accede alla struttura attraverso una prima richiesta telefonica a cui segue la compilazione di una scheda informativa relativa all’utente da inserire. I servizi invianti il paziente sono quelli territorialmente competenti ovvero: CSM, DSM, SerT.

Se il paziente proviene da una struttura pubblica il suo arrivo verrà preannunciato da una relazione anamnestica che permetterà all’equipe di prendere conoscenza del caso e di fare una prima valutazione sull’idoneità del paziente. Comunque decisivo il colloquio precedente all’ingresso, che verrà effettuato entro 10gg dalla richiesta, in cui viene valutata e approfondita la disponibilità del paziente ad accettare il piano terapeutico che gli viene proposto e conseguentemente la possibilità di un intervento che possa portare a dei risultati.

Per pazienti provenienti dall’Azienda ASL viene richiesta delibera con impegno di spesa. La nostra retta che è a totale carico dell’ente inviante, salvo diverse prescrizioni, è conforme alle direttive del DGR 7404 del 19 Novembre 1997 della Regione Umbria, così come da successiva deliberazione della giunta regionale n.406 del 2 Marzo 2005.

Il paziente nonché i familiari nel corso del primo colloquio vengono informati delle regole comunitarie contenute all’interno del regolamento che dovrà essere debitamente sottoscritto. Viene inoltre siglata dal paziente e dai familiari una dichiarazione che permetta alla struttura di utilizzare i dati degli interessati ai fini della privacy.