La Comunità Lahuén nasce il 1° Dicembre del 1983 e trova la sua prima sede a Corchiano, un piccolo paese in provincia di Viterbo.Successivamente, nel giugno del 1984, avviene l'insediamento nel luogo che per tanti è stato la sede della Comunità: Villa Laura a Morrano, nei paraggi di Orvieto. Una antica dimora principesca immersa nel verde, che ha conosciuto ed accompagnato la crescita e lo sviluppo della nostra struttura. Ma essendo preesistente non era provvista degli spazi adeguati alle necessità dell'intervento terapeutico. Ragion per cui ci siamo messi alla ricerca di un luogo che rispondesse in maniera più adeguata alle nostre esigenze. E col tempo e la pazienza siamo arrivati qui.Un panorama spettacolare, con apertura sul lago di Corbara e sullo sfondo l'oasi di Alviano. La struttura è in cima a una collina, appena sotto al paesino e con un giro di orizzonte sconfinato.Gli occhi scendono sulla valle sottostante, ricca di pini, querce, abeti, macchia mediterranea. Siamo nell'Umbria verde, bagnati dalle acque del Tevere, con una serie di balze degradanti verso il lago, cariche di uliveti e vigneti.Lo staff completo dell'attuale gestione sapeva quali erano i bisogni di una comunità come la nostra; conosceva i principi a cui si ispirava e voleva, come dice l'architetto, "dare un vestito su misura" alla struttura che si andava a realizzare.Per questo vestito hanno lavorato tutti: operatori, pazienti e amministratori.E' un progetto che nasce dalla base, a partire dalle esigenze dei pazienti e di tutti coloro che hanno esperienza di vita di comunità con pazienti psichiatrici.Dovendo servire a una comunità, una struttura psichiatrica riabilitativa deve rispondere a criteri di socializzazione e solidarietà.La socializzazione è un processo in cui si impara a stare insieme. Si impara a condividere gli spazi, le cose, le idee, la cultura, i vissuti, il lavoro, ecc.

Bisogna perciò creare molti spazi che favoriscano l'incontro, lo stare insieme, gli scambi di opinione, la collaborazione, l'apertura verso l'altro.
La comunità ha fatto la scelta di laboratori che possano essere indistintamente utili a tutti i pazienti. Non cose specialistiche dunque ma attività che possano servire nella vita. La nuova struttura prevede spazi da utilizzare in modo polivalente per attività che possano essere utili nella vita quotidiana:

- laboratorio teatrale, per imparare a superare le paure di relazione col pubblico e accrescere l'autostima;
- laboratorio musicale, per entrare in sintonia con le proprie emozioni;
- laboratorio di arte terapia, per sviluppare delle qualità creative come la pittura , la scrittura, la fotografia;
- laboratorio culturale (biblioteca), per aumentare il livello delle conoscenze in tutti i campi;
- laboratorio artigianale, per apprendere nuovi ed antichi mestieri;
- laboratorio agricolo, per acquisire manualità, conoscenza della natura, attenzione alle piante e agli animali;
- laboratorio sportivo, per la cura e lo sviluppo armonico del corpo.

Nel concepire questa struttura abbiamo pensato a un ambiente riposante, pieno di verde, dove visivamente si percepisca un senso di accoglienza sia da parte del personale che dal modo con cui tutto l'impianto architettonico è impostato.La comunità deve dare l'idea della casa e del villaggio, dell'intimità e della relazione.Un luogo in cui si possa stare bene, pieno di interiorità e di relazione.Qui in Umbria vi sono tanti posti in cui si respira ancora l'aria del borgo.La comunità Lahuèn intende rimanere in sintonia architettonica, umana ed ambientale col borgo, un luogo che sia semplice ed accogliente, in armonia con la natura ma pieno di vitalità, bello da vedere e da abitare, dove si senta il respiro di questa terra e quello di chi la abita e ci lavora.Ci sia però consentito di volere questo posto anche come uno spazio ricreativo in cui ci si possa distendere, rilassare, ritrovare nuove energie.I pazienti a causa dei loro traumi e la rinuncia a molte libertà individuali, gli operatori per l'enorme carico di lavoro, hanno bisogno di ri-crearsi.Una comunità residenziale come la nostra deve prevedere spazi e modi per riprendere energie. E' bene quindi che ci siano ambienti rilassanti, visioni panoramiche, sale ricreative, passeggiate distensive, piscina, palestra, tutto ciò che può confortare il corpo e la psiche in maniera sana. E da ultimo, ma non ultima, una cucina di prima qualità. Nel personale sogno del direttore c'è l'idea della costruzione di un ambiente che possa assumere la funzione di un utero accogliente e rilassante dove decantare le fatiche e riprendere le forze fisiche e psichiche: una specie di idromassaggio per il corpo e la mente. Speriamo di essere riusciti a realizzarlo!


Comunità di Psicoterapia e Lavoro Lahuèn - Loc. Colonnetta di Prodo, 27/A - 05018 Orvieto (TR)
Tel. 0763.215022/215242 Fax 215277  e-mail: lahuen@libero.it
Comunità di riabilitazione psichiatrica, Umbria Comunità psichiatrica terapeutica con programma individuale Reinserimento sociale e psicoterapia Comunità terapeutica riabilitativa Comunità di psicoterapia tossicodipendenza, Umbria Doppia diagnosi di disagi psichici